Iasma ECO1

Incrocio Teroldego e Lagrein

CARATTERISTICHE ED ATTITUDINI COLTURALI
IASMA ECO1
Vitigno di buona vigoria, con epoca di germogliamento precoce, acino ellittico lungo con buccia di medio
spessore e di color blu-nero. Presenta grappolo lungo, alato-conico, spargolo. Da abbondante e regolare
produzione e presenta ottima resistenza allo spacco dell’acino ed alla botrytis.
La maturazione fisiologica è tardiva, si situa in terza-quarta epoca (fine settembre –primi di ottobre); possiede
una ottima capacità d’accumulo di zuccheri pur conservando valori di acidità medio elevati.
Non presenta anomalie, sopporta bene i freddi invernali e mostra una buona resistenza alla peronospora ed
all’oidio.
Preferisce potature medio-corte ed ha il primo germoglio fruttifero in terza-quarta posizione.
Si adatta molto bene a varie tipologie di terreni anche i meno dotati o poco profondi e ricchi di calcare attivo,
preferisce terreni di collina di media fertilità.
UTILIZZAZIONE
Vitigno indicato per la vinificazione, il vino da giovane ha un aroma fruttato, da frutti di bosco e amarena, con
un leggero invecchiamento si accentua la nota speziata; buona tenuta acidica anche a basse produzioni e in
annate calde. Dà vini di ottima colorazione rosso rubino intenso, buon corpo, di medio-alta alcolicità, con
buona consistenza, mediamente acidi. Si presta molto bene sia per produrre vini giovani che di medio
invecchiamento; con l’affinamento in legno e l’invecchiamento acquista un carattere più austero da vino rosso
di razza con note più speziate che ricordano la foglia di tè. Si presta egregiamente per il mezzo taglio con altri
vini.